Sicurezza nel lavoro  (Dlgs. 81/8) - Marcatura ce (2006/42/ce)   - ATEX - HACCP - Software - Home

D. Lgs. 81 2008, Testo unico sicurezza, sicurezza nei luoghi di lavoro

D. Lgs. 81 2008, Testo unico sicurezza, sicurezza nei luoghi di lavoro

Coordinatore della Sicurezza Cantieri


D.  Lgs. 81 2008, Testo unico sicurezza, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro


In presenza di cantieri edili e in generale di “lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, permanenti o temporanee, in muratura, in cemento armato, in metallo, in legno o in altri materiali (Testo unico Allegato X) è obbligatoria la nomina del coordinatore della sicurezza.


Il coordinatore della Sicurezza svolge la funzione di intermediazione e coordinamento fra i committenti, i progettisti e le aziende che concretamente effettuano i lavori.
Le figure e le funzioni del coordinatore sono due e possono essere svolte da due persone differenti: il coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione e il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione dei lavori.

COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE.

Funzioni:
  • Redige il piano di sicurezza e di coordinamento,
  • Predispone un fascicolo adattato alle caratteristiche dell’opera […] contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, tenendo conto delle specifiche norme di buona tecnica [..]. Il fascicolo non é predisposto nel caso di lavori di manutenzione ordinaria[..].

COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE LAVORI.

Funzioni:
  • Verifica, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l’applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento […] e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro,
  • Verifica il rispetto dell’esecuzione concreta dei lavori nel rispetto di quanto stabilito nel piano di sicurezza e di coordimento, ove necessario adegua il piano di sicurezza e di coordinamento […] e il fascicolo […] in relazione all’evoluzione dei lavori ed alle eventuali modifiche intervenute, e verifica che le imprese esecutrici adeguino, se necessario, i rispettivi piani operativi di sicurezza,
  • Organizza tra i datori di lavoro la cooperazione ed il coordinamento delle attività nonché la loro reciproca informazione,
  • Segnala al committente o al responsabile dei lavori, previa contestazione scritta alle imprese e ai lavoratori autonomi interessati, le inosservanze alle disposizioni […] alle prescrizioni del piano […] e propone la sospensione dei lavori, l’allontanamento delle imprese o dei lavoratori autonomi dal cantiere, o la risoluzione del contratto,
  • Sospende, in caso di pericolo grave e imminente, direttamente riscontrato, le singole lavorazioni fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti effettuati dalle imprese interessate”.
REQUISITI PROFESSIONALI.

Secondo quanto previsto dal Decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 494 “Attuazione della direttiva 92/57/CEE concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili”, il coordinatore della sicurezza deve essere in possesso di:
  • Diploma di laurea in ingegneria, architettura, geologia, scienze agrarie o scienze forestali, nonché attestazione da parte di datori di lavoro o committenti comprovante l’espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno un anno; diploma universitario in ingegneria o architettura nonché attestazione da parte di datori di lavoro o committenti comprovante l’espletamento di attività lavorative nel settore delle costruzioni per almeno due anni;
  • Diploma di geometra o perito industriale o perito agrario o agrotecnico nonché attestazione da parte di datori di lavoro o committenti comprovante l’espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno tre anni;
  • Essere in possesso di attestato di frequenza a specifico corso in materia di sicurezza organizzato dalle regioni, mediante le strutture tecniche operanti nel settore della prevenzione e della formazione professionale, o, in via alternativa, dall’Ispesl, dall’Inail, dall’Istituto italiano di medifica sociale, dai rispettivi ordini o collegi professionali, dalle università, dalle associazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori o dagli organismi paritetici istituiti nel settore dell’edilizia;

Si ricorda inoltre che, a partire dal 2012, è necessario l'attestato di frequenza di corso specifico di 120 ore da rinnovare (40 ore) ogni tre anni.

Essecierre S.r.L. fornisce supporto e figure professionali in grado di svolgere la funzione di Coordinatore della Sicurezza Cantieri.
Per richiedere informazioni si può utilizzare il Modulo richiesta informazioni o telefonare presso i nostri uffici al numero +39 0239260170.





scr@scr.it

essecierre s.r.l. - Via Giorgio Castelli, 9 - 20156 Milano
tel. +39 02 39260170