Sicurezza nel lavoro (Dlgs. 81/08) - Marcatura ce macchine (2006/42/ce) - Verifiche messa a terra impianti elettrici - ATEX - SCIA - Coordinatore sicurezza cantieri - Fonometriche - HACCP - Software - Home

valutazione rischio  rumore, indagine fonometrica, fonometriche interne, fonometriche esterne, legge 477, D. Lgs. 277/91, D.Lgs. 277

valutazione rischio  rumore, indagine fonometrica, fonometriche interne, fonometriche esterne, legge 477, D. Lgs. 277/91, D.Lgs. 277


Indagini fonometriche interne ed esterne


D.Lgs 277/91
( Indagine fonometrica interna )


Il D.Lgs 277/91 prescrive misure per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori contro i rischi derivanti dall'esposizione durante il lavoro agli agenti chimici e fisici, fra cui anche il rumore.

Le norme riportate al Capo IV del Decreto, sono dirette alla protezione dei lavoratori contro i rischi per l'udito e, laddove sia espressamente previsto, contro i rischi per la salute e la sicurezza derivanti dall'esposizione al rumore durante il lavoro.

L'art. 40 prevede che il datore di lavoro proceda alla valutazione del rischio rumore durante il lavoro, al fine di identificare i lavoratori ed i luoghi di lavoro interessati e di attuare le misure preventive e protettive previste.

Se a seguito delle predetta valutazione l'esposizione quotidiana personale (o quella settimanale se quella quotidiana è variabile nell'arco della settimana) supera il valore di 80 dB(A), la valutazione deve comprendere una misurazione o indagine fonometrica effettuata nell'osservanza di specifici criteri, relativi alle modalità di esecuzione ed alle caratteristiche delle apparecchiature da utilizzare (fonometri).

L'indagine fonometrica deve essere programmata ed effettuata ad opportuni intervalli da personale competente, sotto la responsabilità del datore di lavoro e comunque nuovamente effettuata ogniqualvolta vi è un mutamento nelle condizioni lavorative che influisce in modo sostanziale sul rumore prodotto ed ogniqualvolta l'organo di vigilanza lo dispone con provvedimento motivato.

Il datore di lavoro redige e tiene a disposizione un rapporto nel quale sono indicati i criteri e le modalità di effettuazione delle indagini fonometriche relative al rumore effettuate.

A seguito dell'effettuazione dell'indagine fonometrica, il D.Lgs 277/91 prevede, per il datore di lavoro, specifici adempimenti relativi ad ogni fascia di esposizione a rumore degli addetti che operano in azienda.



IL NOSTRO SERVIZIO

La nostra Società si occupa degli aspetti legati alle problematiche relative alle norme per la valutazione dell'esposizione al rumore e fornisce il servizio di indagine fonometrica interna nei reparti di produzione, effettuata da personale competente, tramite l'utilizzo di adeguata strumentazione tecnica rispondente ai requisiti richiesti dall'Allegato VI al D.Lgs 277/91 e predisposizione di una dell'esposizione a rumore degli addetti.

Legge n° 477 del 26 ottobre 1995
( Indagine fonometrica esterna )


La Legge 26 ottobre 1995, n°447, stabilisce i principi fondamentali in materia di tutela dell'ambiente esterno e dell'ambiente abitativo dall'inquinamento acustico, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 117 della Costituzione.
Vengono definiti principalmente i seguenti valori limite:

Valori limite di immissione: "il valore massimo di rumore che può essere immesso da una o più sorgenti sonore nell'ambiente abitativo o nell'ambiente esterno, misurato in prossimità dei ricettori". Tale limite è distinto in:

Valori limite assoluti, determinati con riferimento al livello equivalente di rumore ambientale.

Valori limite differenziali, determinati con riferimento alla differenza tra il livello equivalente di rumore ambientale e di rumore residuo.

Valori limite di emissione: "il valore massimo di rumore che può essere emesso da una sorgente sonora, misurato in prossimità della sorgente stessa".

Oggi tutte le attività potenzialmente rumorose devono far fare una perizia fonometrica da un tecnico competente specialista in acustica per verificare se vengono superati i limiti stabiliti dalla legge.
Tale perizia deve essere presentata agli uffici comunali preposti al controllo ambientale al fine di ottenere il rilascio del Nulla Osta di impatto acustico.
Ogni cittadino può pretendere l'applicazione della legge e richiedere all'autorità competente la verifica che un'attività rumorosa abbia fatto effettuare la perizia fonometrica da un tecnico specialistico e abbia ottenuto il rilascio del Nulla Osta di impatto acustico.

IL NOSTRO SERVIZIO

Nel settore specifico siamo in grado di fornire a qualsiasi attività produttiva, il necessario supporto tecnico per ottemperare a quanto previsto dalla normativa vigente:

  • indagini fonometriche esterne, con predisposizione di relazione tecnica firmata da Tecnico Acustico riconosciuto con Decreto dalla Regione Lombardia, ai sensi dell'art.2, commi 6, 7, 8 della L. 447/95;

  • indagini per studi per la caratterizzazione acustica di edifici, con predisposizione di specifica relazione tecnica;
  • indagini per la determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici, con predisposizione di specifica relazione tecnica.






Per ulteriori informazioni Vi preghiamo di utilizzare il Modulo richiesta informazioni

scr@scr.it
essecierre s.r.l. - Via Giorgio Castelli, 9 - 20156 Milano
tel. +39 02 39260170